Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.centroeducare.it/home/CentroEducare/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

ATTIVITÀ E RIABILITAZIONE

CLICCA SULLE ICONE PER SAPERNE DI PIÙ

LABORATORIO DI TEATROTERAPIA

LABORATORIO DI MUSICOTERAPIA

PERCORSI MOTORI

PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE EMOZIONALE

PERCORSI DI EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ 

LABORATORIO DI TEATROTERAPIA

La TEATROTERAPIA espressivo bioenergetica supporta la persona, bambino, ragazzo e adulto nella conoscenza di sé autentica, ricercando, sostenendo ed espandendo i talenti/risorse personali al fine di migliorare armoniosamente l’integrazione di tutte le proprie parti: corpo (percezione di sé, maschere psico-corporee), mente (pensieri e parole) e cuore (emozioni e relazioni).

Il teatroterapeuta è colui che attraverso le tecniche espressive e i linguaggi verbali, para verbali, non verbali promuove l’esperienza diretta, personale e di gruppo con la finalità di tradurre il mondo interiore e trasformare concretamente i simboli in azioni. Agisce in autonomia e/o in un team di lavoro ed è sempre supportato e supervisionato da uno psicoterapeuta.

Prevenzione | Cura | Sviluppo/Crescita | Miglioramento/Potenziamento

Che cosa si fa in un gruppo di teatroterapia?

Si parte dalla condivisione di un macro tema sul quale portare il proprio FOCUS intenzionale ad esempio l’autostima (“chi sono io e cosa sono capace di fare”), lo sviluppo delle proprie risorse creative, il miglioramento delle relazioni interpersonali, la comprensione e la gestione delle emozioni, l’unione tra la mente e il corpo, la capacità di rilassarsi, l’integrazione del maschile e del femminile, l’integrazione socio culturale, l’armonizzazione di affettività e sessualità.

Il progetto si muove seguendo i partecipanti, i bisogni e le necessità che emergono dal lavoro espressivo corporeo e il procedimento per step che si viene a creare incontro dopo incontro.

Questo garantisce un lavoro qualitativo poiché non finalizzato alla performance e all’apprendimento delle tecniche di recitazione, bensì ad uno stato di benessere stra-ordinario raggiungibile e proseguibile nel tempo.

Il gruppo di lavoro, a tal proposito, è un gruppo chiuso ovvero inizia, si svolge e si conclude con gli stessi partecipanti.

Training espressivi corporei | Improvvisazioni | Scrittura creativa | Psicodramma (adulti) | Elementi di bioenergetica | Elementi di playback theater | Visualizzazioni guidate | Tecniche di rilassamento

Perché partecipare a un gruppo/laboratorio di TEATROTERAPIA?

Aspirare a una vita ricca di significato, il nostro, al di là di ciò che il mondo esterno vuole da noi, rispondere a quella vocina che ogni tanto si fa sentire con desiderio e che vorrebbe tanto esprimersi e farci scoprire chi siamo, cosa sappiamo, fino a che punto possiamo attingere alle nostre potenzialità ed espanderci in armonia tra il nostro dentro e il mondo di fuori. Crescere, migliorarci, giocare il nostro vero ruolo, per essere, tutti interi.

Area Corporea: conoscere, migliorare, sviluppare il contatto, l’utilizzo e l’ascolto del corpo attraverso training espressivo bioenergetici.

Area Emotiva: conoscere, armonizzare le emozioni attraverso i training attorali.

Area Relazionale: integrare le parti di sé al fine di vivere le relazioni in modo sano attraverso le tecniche espressive e i giochi di ruolo.

Area Cognitiva: sviluppare le proprie abilità attraverso la pratica espressiva dei linguaggi verbali, para verbali e non verbali.

Per chi è la teatroterapia?

Per tutti. Bambini, ragazzi e ragazze, donne, uomini, anziani, diversamente abili, persone con disagi psichici, fisici, in un luogo e un tempo dedicati garanti del rispetto della privacy.

Barbara Susanna Colombo è teatroterapeuta APIT, esperta in tecniche di integrazione socio culturale, prevenzione e cura dei disagi femminili, riconoscimento e sviluppo delle emozioni, conoscenza e armonizzazione delle parti: corpo, mente, emozioni.

LABORATORIO DI MUSICOTERAPIA

Terapia vibroacustica (VAT) e Massaggio Sonoro

Il trattamento di terapia vibroacustica (VAT) e massaggio sonoro prevede l’utilizzo combinato di basse frequenze pulsate, struttura ritmica e timbri sonori, per favorire un riequilibrio psicofisico e un piacevole rilassamento, migliorando il tono muscolare e riducendo situazioni di tensione muscolare e dolore articolare.

La particolarità e l’originalità di questo specifico trattamento individuale consiste nel combinare la ricezione acustica di basse frequenze, ovvero la terapia vibrazionale (VAT), associandola a timbri e strutture ritmico musicali mirate, forniti da generatori di suoni e frequenze (sintetizzatori e campionatori sonori).

L’insieme, sdraiati comodamente sopra un lettino, viene veicolato in parti mirate del corpo per mezzo di trasduttori sonori, in grado di trasmettere con efficacia basse frequenze pulsate e piacevoli strutture musicali. La semplicità e ripetitività delle sequenze proposte si sintonizzano e adattano alla dimensione ritmica della persona, influenzando alcuni fattori come il respiro, il battito cardiaco e favorendo il rilassamento generale e la riduzione degli stati di tensione e dolore.

In questo modo viene preparato un trattamento terapeutico su misura, con l’aiuto di frequenze sonore e l’utilizzo di musiche appositamente composte e arrangiate per l’ intervento.

SPAZIO MUSICA

Un modo nuovo e diverso di fare musica, di imparare a suonare uno strumento ed eseguire le canzoni che amiamo in modo semplice e chiaro.

Spazio Musica propone un percorso iniziale per far conoscere e provare gli strumenti più utilizzati (chitarra, tastiera, percussioni, canto e programmi audio) per poi scegliere il proprio strumento ed eseguire da solo o in gruppo i brani che vogliamo suonare.

L’intento è sia di capire in modo pratico come funziona la musica, sia di stimolare la creatività e offrire gli strumenti necessari per inventare e modellare testi, ritmi, canzoni. Per ragazzi e adulti in piccoli gruppi o individuali

MUSICA IN FAMIGLIA – FARE MUSICA INSIEME CON BAMBINI E GENITORI

L’intento di questi incontri musicali è lavorare insieme, genitori e bambini, per condividere un’esperienza sonora dalle molteplici potenzialità educative e terapeutiche.

Partendo dalle competenze sonore di ciascuno e acquisendo semplici tecniche musicali, i partecipanti diventeranno interpreti corali di un progetto creativo pensato, elaborato e realizzato da loro.

Il programma degli incontri prevede una parte di ascolto attivo, di conoscenza degli strumenti, esperienze ritmico-musicali, giochi sonori, improvvisazione, semplici composizioni.

Bambini e genitori sperimenteranno l’utilizzo dei suoni e degli strumenti musicali con l’intento di conoscere meglio forme, strutture, suoni e timbri, condividendo il piacere che la musica può darci quotidianamente nelle nostre case.

Lo scopo del corso è acquisire un primo livello base necessario per utilizzare al meglio il linguaggio delle immagini, sempre più importante nell’ambito educativo, riabilitativo e terapeutico.

Sarà possibile per i partecipanti lavorare sulla propria creatività ed espressività attraverso un corretto utilizzo del mezzo tecnico e le numerose aree di attività correlate (scrittura, scenografia, costruzione di oggetti, costumi). Il tutto all’interno di un gruppo di lavoro, che permette l’incontro di esperienze diverse, condivisione e confronto.

PERCORSI MOTORI

LABORATORI DI MOTRICITA’ E PSICOMOTRICITA’

La pratica psicomotoria è una disciplina che considera la persona nella sua globalità e complessità di sistema dove corpo, intelligenza ed affetti sono in una interazione profonda.

L’obiettivo dell’intervento è favorire il naturale percorso evolutivo del bambino, potenziando in maniera armonica la maturazione e l’espressione motoria, affettiva, relazionale e cognitiva.

Attraverso il gioco spontaneo, il movimento, l’azione e la rappresentazione si accompagna il bambino ad una piacevole scoperta di Sé e del mondo, sperimentando per fasi temporali successive i diversi luoghi e materiali predisposti, secondo un percorso che riproduce il naturale modelli di processazione di esperienza e conoscenza.

Attraverso il movimento il bambino impara ad esprimere le proprie emozioni, la sua vita affettiva profonda ed il suo mondo di rappresentazioni.

Il bambino non gioca perché deve imparare, ma impara perché gioca.

L’American Academy of Pedriatrics ricorda anche che il gioco è così importante per lo sviluppo ottimale dei più piccoli da essere riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale di ogni bimbo.

A seconda dell’età dei bambini, potranno attuarsi diversi tipi di giochi e attività:

  • giochi senso-motori: si favorisce la sperimentazione di attività motorie globali come l’arrampicarsi, lo scivolare, il saltare, il cadere, il tuffarsi, il rotolare
  • giochi tonico-emozionali: si favorisce la sperimentazione di attività come lo spingere e il respingere, il trattenere e il lanciare che interessano la tonicità, la sensibilità propriocettiva e labirintico-vestibolare e che fanno vivere al bambino intense scariche emozionali;
  • giochi simbolici: si favorisce la sperimentazione del “far finta di” dove i materiali, lo spazio e le persone vengono trasformati in “oggetti” funzionali a quel gioco specifico messo in scena dal gruppo;
  • giochi di rappresentazione: si favorisce l’esplorazione emotiva e cognitiva delle esperienze vissute attraverso il disegno e il linguaggio.
GIRO-GIRO TONDO QUANTO E’ BELLO IL MONDO: LABORATORIO MOTORIO per BAMBINI dai 10 ai 3 ANNI

“Per i più piccoli, dunque, il gioco è funzionale allo sviluppo sensoriale e motorio che nasce dal piacere di esercitare liberamente le proprie capacità fisiche ancora rudimentali man mano che emergono” [Silvia Vegetti Finzi, A piccoli passi, Mondadori]

Attraverso la presenza di personale specializzato e con la supervisione-accompagnamento della Psicologa, il Centro EduCare propone un percorso di motricità per bambini dai 10 mesi ai 3 anni accompagnati da un genitore o dai nonni. Il laboratorio è uno spazio di incontro nella relazione, un’occasione di conoscenza reciproca attraverso il gioco, in un luogo caldo e accogliente.

In un clima di serenità e tranquillità i bambini possono giocare “con”, sperimentandosi nella relazione con le figure di riferimento, acquisendo fiducia in loro stessi e nelle loro capacità.

Il gioco è lo strumento di apprendimento principale, è il lavoro del bambino: è giocando che scopre il suo corpo, stringe relazioni affettive, comincia ad interpretare il mondo, sperimenta i suoi limiti, impara e sopportare le regole, fa’ le sue conquiste. E’ importante recuperare degli spazi da dedicare al gioco perché anche attraverso il gioco passa una profonda comunicazione tra adulti e bambini.

PRONTI VIA SI GIOCA!: PERCORSO MOTORIO per BAMBINI dai 3 ai 6 ANNI

Attraverso la presenza di personale specializzato e con la supervisione-accompagnamento della Psicologa il Centro EduCare propone un percorso di motricità per bambini dai 3 ai 6 anni basato sul gioco e sul movimento. Questi due ambiti stimolano la maturazione del sistema nervoso e l’espressione delle potenzialità affettive, relazionali e cognitive.

Nella relazione con altri pari e attraverso l’uso del corpo nella relazione con sé, con l’Altro e con lo spazio-tempo i bambini saranno accompagnati nella costruzione di una storia di gruppo che abbia un significato per quel gruppo e che non è la semplice somma delle parti costituenti.

Ciò permetterà al bambino di sperimentare modalità relazionali varie e l’adozione di strategie di interazione funzionali al contesto e al suo modo di essere.

MAMMA E PAPA’ DAI GIOCHIAMO ASSIEME!: PERCORSO MOTORIO PER BAMBINI DAI 3 AI 6 ANNI CON I GENITORI

“Non c’è niente di più serio e più coinvolgente del gioco per un bambino. E in questa sua serietà è molto simile ad un artista intento al suo lavoro. Come l’artista, anche il bambino giocando trasforma la realtà, la reinventa, la rappresenta in modo simbolico, creando un mondo immaginario che riflette i suoi sogni a occhi aperti aperti, le sue fantasie, i suoi desideri” [Silvia Vegetti Finzi, A piccoli passi, Mondadori]

Mamma, papà giochiamo assieme? Questa richiesta riecheggia spesso nelle case, soprattutto alla sera. Spesso viene disillusa perché c’è poco tempo, perché si devono fare altre cose.

Attraverso la presenza di personale specializzato e con la supervisione-accompagnamento della Psicologa il Centro EduCare propone un percorso in cui genitori e bambini possono incontrarsi attraverso l’attività ludica, rinforzare la loro relazione e gli affetti, scoprirsi e sperimentarsi in modalità nuove e incuriosenti.

Uno spazio per costruire assieme qualcosa di importante. Questo spazio offre inoltre alle mamme e ai papà una possibilità di incontro dove condividere la gioia e le difficoltà legate all’essere genitori.

MI MUOVO e MI CONOSCO: PERCORSO MOTORIO per BAMBINI dai 6 ANNI

Attraverso la presenza di personale specializzato e con la supervisione-accompagnamento della Psicologa il Centro EduCare propone un percorso di motricità per bambini dai 6 anni finalizzato all’acquisizione degli schemi motori di base e alla definizione dello schema corporeo. L’obiettivo è creare una base motoria ampia per lavorare sullo sviluppo psicofisico, privilegiando la dimensione ludica e della socializzazione tra pari.

Ciò in un percorso in cui i bambini-ragazzi avranno una sperimentazione diretta con i materiali proposti e con il corpo per un lavoro di percezione e regolazione delle abilità corporee.

Una approfondita conoscenza del proprio corpo significa avere una buona consapevolezza delle possibilità che il corpo ha e può sviluppare, sia nella sua globalità che nel rapporto tra le parti, acquisendo una rappresentazione di Sé armoniosa e globale.

PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE EMOZIONALE

È assolutamente fondamentale nella nostra società dare il giusto valore alla dimensione emotiva dei bambini e di riconoscere l’urgenza di educare alle competenze sociali.

Se tanto investimento viene dato all’ sviluppo dell’intelligenza, altrettanto investimento deve essere dato allo sviluppo dell’affettività; senza affettività la conoscenza è vuota…

L’emozione non solo è al centro della persona, ma è espressione della vita; si può quindi affermare che sapere riconoscere, ascoltare e rispettare le emozioni proprie e dell’altro, significhi ascoltare e rispettare le persone nella loro globalità.

Il Centro EduCare attraverso il suo team di esperti coordinati dalla Psicologa vuole proporre un percorso per bambini della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di Primo grado per sperimentare la meraviglia di conoscere le emozioni: giocare con le emozioni per imparare a conoscerle meglio, ad accoglierle, elaborarle e gestirle, perché le emozioni oltre a costituire un linguaggio universalmente riconosciuto, colorano, profumano, danno gusto e senso alla nostra esistenza.

La capacità di trasmettere con passione ed empatia, fertilizza inoltre il percorso educativo, favorendo tutti i processi dell’apprendimento. Il percorso può essere realizzato nella sede del Centro con gruppo di bambini-ragazzi omogenei per ciclo scolastico o presso le scuole.

PERCORSI DI EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ 

E’ sempre più riconosciuta la rilevanza dell’affettività e della sessualità nell’ambito esperienziale del pre-dolescente e dell’adolescente; viene spesso sottolineato quanto sia importante che il giovane possa vivere queste dimensioni in modo positivo e soddisfacente al fine di uno sviluppo equilibrato della sua personalità e in particolare della sua sfera emozionale e relazionale.

Tale dimensione ha assunto una posizione di primo piano, producendo un crescente interesse di studiosi ed esperti delle problematiche giovanili, anche per la sua incidenza sulla salute in particolare in relazione alla diffusione di malattie a trasmissione sessuale.

Nell’adolescenza la sessualità assume un ruolo centrale a livello individuale in quanto è un ambito fondamentale nella formazione dell’identità; risulta inoltre molto forte l’investimento emozionale e l’impegno di energie in tale sfera. Proprio per questo la pratica nonché l’immaginario sessuale influenzano la condizione psicologica dell’adolescente: possono provocare ulteriore instabilità e tensione nell’equilibrio già instabile e precario dei ragazzi. In tale ambito si manifesta frequentemente l’insicurezza dei giovani che si trovano in difficoltà a dover affrontare stati d’animo, situazioni ed esperienze inediti ed estremamente complessi ma anche a convivere e controllare fantasie e immagini irrealistiche prodotte molto spesso dall’ignoranza e dalla sprovvedutezza.

Non si può sottovalutare la rilevanza della sessualità anche dal punto di vista relazionale poiché coinvolge e condiziona massicciamente i rapporti all’interno del gruppo dei pari, ne rinnova o modifica le regole oltre a favorire lo sviluppo di sentimenti come l’invidia, la gelosia e la rivalità. Tale dimensione esistenziale e la sua pratica interferiscono inoltre nei rapporti all’interno della famiglia sia attraverso i silenzi o gli assensi più o meno espliciti sia tramite i consigli o gli ammonimenti, le regole e i controlli variamente rigidi esercitati dai genitori, ancora oggi, soprattutto sulle figlie.

E’ proprio alla luce di queste riflessioni che il Centro EduCare attraverso il suo team di esperti coordinati dalla Psicologa vuole proporre un percorso finalizzato a contribuire allo sviluppo della capacità di vivere l’affettività relazionale e la sessualità armoniosamente inserita nello sviluppo e nell’evoluzione globale della persona.

Il percorso può essere realizzato nella sede del Centro con gruppo di ragazzi omogenei per ciclo scolastico o presso le scuole.

CONTATTACI

 

Clicca sul bottone qui sotto per contattarci: ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno per scegliere il servizio giusto per le tue necessità.

 

CLICCA QUI